Home » Settore Protezione Civile

Terremoto: regole per intervento Associati Agesci (06/08/12)

31 maggio 2012
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

TERREMOTO IN EMILIA ROMAGNA: REGOLE PER INTERVENTO ASSOCIATI AGESCI (agg. 06/08/12)
(a cura del Comitato Regionale Agesci Emilia Romagna)

CHI PUÒ INTERVENIRE
Allo stato attuale l’emergenza è aperta e tutt’ora in corso e questo comporta che l’intervento Agesci è possibile solo con determinate regole legate alla convenzione che l’Agesci ha con l’Agenzia di Protezione civile regionale, normate per legge e stabilite da un protocollo operativo nazionale.

ATTIVAZIONE NAZIONALE
Da sabato 23 Giugno l’Agesci è stata attivata anche a livello NAZIONALE
(Fase attuale del Protocollo Operativo AGESCI: Codice ROSSO)
Se sei un capo/RS censito in una Regione DIVERSA dall’Emilia Romagna devi fare riferimento alle regole operative definite dalla tua Regione, riferendoti al tuo incaricato Agesci regionale alla Protezione civile. A livello nazionale le regole stabilite sono riassunte qui.

ATTIVAZIONE REGIONE EMILIA ROMAGNA
Possono intervenire  i capi della regione maggiorenni e regolarmente censiti (non sono ammessi censimenti integrativi dell’ultima ora se non per richieste di specifiche capacità tecniche);
Per intervenire i capi devono prendere contatto con gli incaricati alla protezione civile della zona (o in assenza di questi con responsabile di zona) e dare le proprie disponibilità;
Le disponibilità regionali, provenienti dalle singole Zone, vanno inviate a cura degli IZPC.
- secondo quanto indicato nella comunicazione del Nazionale
- all’Incaricato regionale PC, tramite la SOE (Segreteria Operativa d’Emergenza emergenzasisma@emiro.agesci.it);”
- utilizzando esclusivamente la nuova modulistica (da richiedere agli IZPC), CHE SOSTITUISCE LE PRECEDENTI.

Le squadre potranno essere formate anche con disponibilità di RS maggiorenni, in quota minoritaria rispetto al totale della squadra, con disponibilità da SABATO A SABATO (tempistiche diverse dovranno essere concordate fra inc. PC di zona e regionale), tenendo presenti i requisiti richiesti per la tipologia di servizio che dovranno essere scelti (In data 21 giugno, il Consiglio regionale ha votato di eliminare il vincolo della presenza di un capo della co.ca. degli RS presenti).
Sottolineiamo, correndo il rischio di dire cose banali, che non tutte le persone (capi o non capi) sono sufficientemente adeguate a vivere situazioni di emergenza dove evidentemente occorre essere saldi e pronti a gestire tensioni e carichi emotivi importanti

IMPORTANTE

Non è ammesso l’impiego di comunità RS (clan/noviziati) e di minori in genere.
Quelli direttamente coinvolti dagli eventi e già presenti nelle zone colpite, agiscono a titolo personale o sulla base di accordi che le zone potranno definire.
Sono accettate iscrizioni di Comunità R/S,esclusivamente censite in regione Emilia-Romagna, solo per i centri estivi di San Prospero Rovereto sulla secchia,i turni sono settimanali, previo accordo con i Responsabili di Zona di Modena e di Carpi.
Le comunità R/S di fuori regione e che intendono fare servizio presso le popolazioni colpite NON possono intervenire fino a che non sarà dichiarata la fine della fase dell’emergenza, comunque contattino sempre e comunque la Segreteria Regionale od il SOE di Finale Emilia; assolutamente sconsigliato contattare altre agenzie.
Le mansioni per le quali le squadre saranno impiegate sono quelle indicate dal protocollo operativo: “I compiti associativi sono quindi individuabili negli ambiti socio-assistenziale e logistico, nei quali ci sia un chiaro riferimento ed attenzione alla persona con particolare riguardo alle esigenze dei più deboli. Questo non significa che l’intervento AGESCI sia esclusivamente mirato all’assistenza, ma che, qualunque sia il compito svolto dal volontario AGESCI, l’attenzione alla persona dovrà essere sempre e costantemente tenuta presente”.

AGESCI Emilia Romagna – Settore Protezione Civile
Comunicazione dalla Segreteria operativa d’emergenza
Di seguito alcune semplici attenzioni che i volontari che opereranno sul campo, dovranno tenere per perfezionare l’attivazione ricevuta:
All’arrivo sul luogo di servizio, il capo squadra o il singolo volontario, dovrà comunicare alla segreteria operativa d’emergenza AGESCI allo 0535/93880, la propria presenza,  confermando i componenti della squadra e comunicando eventuali variazioni/defezioni. Ricordiamo, comunque, di accreditarsi presso il COC e il campo di accoglienza;
Alla conclusione del turno di servizio, si richiede di comunicare alla segreteria operativa d’emergenza AGESCI allo 0535/93880, la partenza dal cantiere d’impiego.

I libri che ti consigliamo