Agesci Emilia Romanga

Home » Formazione capi

Campo di Formazione Metodologica R/S Monte Sole 30 Novembre – 7 Dicembre

24 ottobre 2013

Campo di Formazione Metodologica R/S
Area Nord – Est
Emilia-Romagna
Monte Sole (Bologna)
30 novembre / 7 dicembre 2013

la nebbia che io vedo a me davanti […]
mi offrono un incarico di responsabilità portare questa nave verso una rotta che nessuno sa è la mia età a mezz’aria in questa condizione di stabilità precaria ipnotizzato dalle pale di un ventilatore sul soffitto mi giro e mi rigiro sul mio letto […] Jovanotti “Linea d’ombra”

Forse all’inizio di quest’anno, la chiamata al servizio ti ha colto di sorpresa e non sai se ne sarai all’altezza. Non sai se conosci gli strumenti metodologici tipici della branca o avrai la giusta competenza nell’usarli. Non sai se avrai tempo e capacità di donare la presenza, senza essere un disk jockey che fa suonare la playlist, mescolando un po’ di famiglia, lavoro e servizio.

Lo sappiamo (perché lo proviamo anche noi), che ti ha sempre affascinato poter essere vedetta, … una sentinella capace di scrutare con speranza la navigazione del servizio educativo associativo in branca R/S, ogni giorno a fianco di giovani “uomini e donne della partenza”.

Così, anche grazie alla tua intelligenza e passione, ci piacerebbe provare a realizzare un campo di formazione metodologica di branca R/S che, dal confronto sull’eredità del metodo, arricchita dall’uso delle esperienze, abbia la vivace capacità di immaginare nuove prospettive di stare insieme ai novizi, ai rover ed alle scolte.

Non si tratta di cercare o immaginare, in solitudine, la ricetta per regolare a puntino il tempo del servizio o gli strumenti metodologici, in un alchemico equilibrismo, ma di riannodare il senso della storia e dell’essere insieme. Si tratta di disponibilità nel conoscersi e ri-conoscersi nella reciprocità.

Si tratta di essere sentinella di positività, in grado di cogliere il ritmo dei passi, della notte e della Parola e di farne annuncio che rende pienamente uomini e donne e che libera.

[Sal. 130, 6] L’anima mia attende il Signore, più che le sentinelle l’aurora.

L’anima della sentinella è fedelmente protesa verso l’aurora. Non per una infantile ostinazione, ma di una vivace perseveranza che si nutre di voglia di scommettere sull’avvenire e sul futuro; che si nutre della voglia di responsabilità, pur mantenendosi capace di accogliere l’inaspettato, l’inedito e la meraviglia.

Per questo non dubitiamo, che questo CFM R/S, possa essere, grazie al tuo contributo un’esperienza di speranza. Perché non si spera da soli e solo per sé. Perché la speranza è frutto di relazioni vive, adulte e autentiche. Perché la speranza è sempre legata ad una comunione. Perché la speranza è feconda di relazioni arricchenti e di piena umanizzazione. [Enzo Bianchi]

[Is. 21, 11] …sentinella, quanto resta della notte? sentinella, quanto resta della notte?

Ti aspettiamo, per attraversare le colline bolognesi, per camminare tra le valli del Reno e del Savena, tra querce e racconti.

Per iscriverti clicca qui

I libri che ti consigliamo