Agesci Emilia Romanga

Home » Importante, Primo piano, Succede in Agesci

Convegno: 100 anni di scautismo cattolico

3 ottobre 2016
Per ricordare il Centenario dello Scautismo Cattolico Italiano il Centro Studi Baden-Powell organizza a Firenze sabato 19 novembre il convegno: “100 anni di scautismo cattolico in Italia: storia, spiritualità, vocazione” con il programma e le modalità di partecipazione che trovate nel volantino.
Il convegno affronta tre ambiti specifici: quello storico, quello della spiritualità scout e quello della vocazione religiosa, con l’aiuto di molti ospiti eccellenti tra cui ricordiamo padre Davide Brasca, Assistente Ecclesiastico Generale Agesci e don Paolo La Terra, Assistente Generale della F.S.E., assieme ai maggiori e più competenti esperti di storia dello scautismo italiano, con sacerdoti e laici, esperti di varie discipline che conoscono molto bene lo scautismo sia nella sua storia che nel suo vivere quotidiano.
Il primo ambito, quello storico, ci aiuta a fare memoria delle origini dello scautismo cattolico e del suo svolgersi nel corso dei cento anni, purtroppo interrotti dalla soppressione dello scautismo da parte del fascismo, per poi riprendere più forte già dal primo dopo guerra. Il tema viene introdotto partendo dal pensiero del fondatore dello scautismo e da una presentazione di come sia presente la religiosità nelle varie associazioni scout nel mondo. Segue un percorso storico sulle origini dello scautismo cattolico, con riferimenti anche al suo rapporto con i diversi papi che si sono succeduti.
Il secondo ambito è dedicato alla spiritualità scout, che da sempre caratterizza il nostro modo di educare alla fede e di pregare, con alcuni riferimenti di carattere storico, sulla origine della visione cristiana del lupettismo e sugli aspetti simbolici e sullo stile delle cerimonie trasmessi fino ai nostri giorni. Altri interventi, invece, sono relativi all’educazione dei giovani alla fede oggi, con le problematiche
esistenti realmente vissute dagli assistenti che ci parleranno della loro esperienza diretta.
Il terzo ambito prende in esame il tema della vocazione: come l’esperienza scout può orientare alla vocazione religiosa, partendo dai testimoni più importanti, come santi, beati e martiri scout, alcuni dei quali non sempre conosciuti. Vedremo come lo scautismo non solo può orientare alla vocazione religiosa ma anche ad un servizio specifico nell’ambito di contesti sociali difficili.
I libri che ti consigliamo